Annunci di Lavoro

Vini Passiti

I vini passiti sono dei vini dolci particolarmente apprezzati; il nome di questa categoria di vini deriva propria da "uva passa", in quanto si tratta proprio di bevande ottenute attraverso diversi metodi di appassitura delle uve.

Alcuni indicano i vini passiti come "vini speciali" ma, anche a livello legale, non possono essere ritenuti tali, in quanto subiscono il medesimo processo di vinificazione dei vini normali e non vengono aggiunte mistelle.

Dal Nord al Sud dell'Italia troviamo numerosi vini passiti, famosi e rinomati in tutto il mondo; tra tutti ricordiamo il Picolit, il Vin Santo, l'Aleatico, il Passito di Pantelleria e la Malvasia delle Lipari.

I processi di appassimento delle uve differiscono a seconda della zona di produzione, e quindi anche dalle tradizioni locali, ma possono essenzialmente suddividersi in appassitura di tipo naturale e appassitura forzata o artificiale.

Durante il periodo dell'appassitura, che avviene prima della pigiatura, la maggior parte dell'acqua evapora, e gli zucchero che sono contenuti negli acini si concentrano. GiÓ in epoca romana, al fine di conservare i vini e poterli commercializzare lontano dal luogo di produzione, i grappoli dell'uva venivano appassiti al sole, per concentrarne gli zuccheri.

In queste pagine vi daremo informazioni sulle caratteristiche organolettiche dei vini passiti, con notizie e approfondimenti sui vini da dessert, perfetti accompagnatori di leccornie e prelibatezze.

Publinord srl - Bologna - P.I. 03072200375 - REA BO 262516